Utenti

Domenica 22 Maggio 2016

La SS. Trinità: non solo una dottrina.

Oggi la chiesa celebra la festa della Trinità.
La Trinità celebra un Dio che è comunione, relazione, famiglia. Quando noi diciamo la parola “famiglia non diciamo un’entità statica: succedono così tante cose in una famiglia! Vi sono così tante dinamiche, rapporti e situazioni in una famiglia! Dio è così: Famiglia.
La Trinità non è un problema matematico (come conciliare che Dio sia Uno e che sia contemporaneamente Tre: Padre, Figlio e Spirito Santo) ma è la suprema espressione dell’esperienza che tutti facciamo dell’amore e della comunione umana.
Ciò che importa nell’amore è che restiamo uniti e non che ci fondiamo insieme; è importante che ci doniamo senza perderci. L’amore vero è quello trinitario: unito ma non uniforme, separato ma non diviso. Dietro alla Trinità, ma anche a tutte le dottrine e i dogmi, c’è l’esperienza di Dio. Cioè, prima vivi l’esperienza di Dio e poi capirai chi è; non scervellarti per capire cos’è la Trinità, quando non conosci Dio. Perché Dio non è un pensiero, una filosofia, una psicologia, un frutto della ragione, ma Dio è Vita, cammino, esperienza.
La chiesa prima visse l’esperienza di Dio e poi capì cosa voleva dire tutto questo. La Trinità è l’esperienza dei primi discepoli; Gesù, loro amico, loro compagno e loro maestro si riteneva figlio di Dio e agiva realmente così, da figlio di Dio. In quell’uomo c’era Dio! In quell’uomo i discepoli sperimentarono un mondo d’amore, di comunione, di vita così grande, così profondo da non aver fine e utilizzarono l’immagine che più poteva esprimere questo: una famiglia, con un padre, un figlio e il loro amore rappresentato nello spirito. La Trinità è l’esperienza che Dio è comunione. Dio non è solo: è un Padre, un Figlio e il loro Amore, il loro Spirito.

Domenica 15 maggio 2016

A cuore aperto...

Martedì mattina attraversavo il piazzale per recarmi in Chiesa per le Lodi mattutine e, con mio grande sgomento, mi accorgevo dei danni ingenti che qualcuno ha arrecato alle piante che avevamo disposto sul sagrato della nostra Chiesa per abbellire, per fare primavera. Rotti tutti i vasi e le piante scaraventate sul pavimento.

In un primo momento, è inutile negarlo, ti prende la rabbia, la collera verso chi vuol portare distruzione nella nostra comunità...

Ma non dobbiamo cadere nel tranello... non esistono persone cattive, esistono solo persone infelici.

L'infelicità porta ad imboccare scorciatoie fallimentari e lì ci dev'essere qualcuno che riaccenda l'entusiasmo.

Se uno si è comportato male, perché dobbiamo comportarci male anche noi?

Gesù ci insegna ad amare il nostro prossimo che è colui che incontriamo, sia esso l'amore della nostra vita, sia colui che ti osteggia senza motivo.

Con il Patrocinio del Comune di Trezzano sul Naviglio

“AVEVO FAME E MI AVETE DATO DA MANGIARE”

La Parrocchia di S. Lorenzo M. e quella di S. Ambrogio V. e D.

organizzano una

RACCOLTA STRAORDINARIA DI BENI ALIMENTARI PER L'EMPORIO DELLA SOLIDARIETA' CARITAS

DOMENICA 15 MAGGIO 2016 DALLE ORE 14.00

Maggiori informazioni sulla tipologia dei beni raccolti e sulle modalità, nella sezione News.

INVITIAMO CALOROSAMENTE ANCHE TUTTI I GRUPPI DI CATECHISMO DELLA NOSTRA PARROCCHIA, E I FEDELI CHE LO DESIDERASSERO, A PORTARE DIRETTAMENTE IN CHIESA ALLA S. MESSA DI DOMENICA 15 MAGGIO, OLIO E ZUCCHERO DA DONARE ALL’EMPORIO DELLA SOLIDARIETA'.


 

Domenica 8 maggio 2016

Tutto è nelle nostre mani.

Oggi la Chiesa celebra la festa dell’Ascensione.

Nei primi secoli vi era un’unica festa: la resurrezione - ascensione - pentecoste. Era un’unica festa perché rappresenta un unico evento. Solo successivamente, nei secoli, sono nate le tre feste (Pasqua, Ascensione, Pentecoste) che mettono in luce sfaccettature diverse dell’unico evento. Gesù non è rimasto nella morte, ma è vivo (Resurrezione); Gesù è salito al cielo e lascia all’uomo il suo compito e il suo progetto (Ascensione); Gesù è presente in mezzo a noi con il suo spirto (Pentecoste).

Gesù sale al cielo alla destra di Dio. Gesù salì al cielo, vuol dire che Gesù è Dio, è con Dio è in Dio e comunica cieli nuovi e novità. Gesù che siede alla destra di Dio, vuol dire che siede, che si trova dalla parte dove può fare, può agire, può intervenire, può emanarci forza.

CELEBRAZIONE DELLA S. MESSA DI PRIMA COMUNIONE

Domenica 8 Maggio 2016 ore 11.30

Bambini del gruppo di Claudia, gruppo di Gisella e Enza, del gruppo di Emanuela.

I bambini dovranno trovarsi in Oratorio 30 minuti prima della Celebrazione.

Da ricordare che: durante la S. Messa ci sarà un solo fotografo autorizzato dalla Parrocchia. Chi volesse riprendere autonomamente o scattare fotografie, potrà posizionarsi esclusivamente nella parte superiore sopra l’ingresso della Chiesa, per non disturbare la solennità e l’importanza della Celebrazione. Le foto delle Prime Comunioni celebrate l'8 Maggio potranno essere visionate e acquistate in Oratorio Giovedì 12 Maggio dalle 16.30 alle 18.30.

APPUNTAMENTI IMPORTANTI DI PREPARAZIONE ALLA COMUNIONE

Venerdì 6 maggio ore 21.00 in Chiesa: tutti i genitori dei bambini che faranno la Prima Comunione l'8 maggio, sono invitati ad un momento di preghiera con la possibilità di confessarsi. La vostra presenza è testimonianza di fede e di amore verso i vostri figli.

Sabato 7 maggio: ritiro di una giornata per i bambini, presso l’Oratorio di Sant'Adele a Buccinasco.

PROGRAMMA del RITIRO

RITROVO: ore 8.30 sul piazzale della Chiesa; partenza (pullman Margionti) alle ore 8.45. Ricordarsi di portare la merenda di metà mattina e il pranzo al sacco.

RIENTRO: alle ore 16.00 direttamente in Chiesa per le PROVE GENERALI della cerimonia (fino alle ore 17.00 circa), i genitori dovranno essere presenti durante le prove e avranno la possibilità di confessarsi. Al termine verrà consegnato ad ogni bambino il “pass per i genitori” (uno per genitore) che servirà alla Messa di Prima Comunione per accedere ai posti riservati per i genitori.

I BAMBINI NON POSSONO ASSOLUTAMENTE MANCARE AL RITIRO


 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo