Utenti

Domenica 1 marzo 2020, Prima Domenica di Quaresima

Un momento di riflessione all’inizio di questa particolare Quaresima

Quaresima vuol dire quaranta giorni. A noi questo numero non dice assolutamente niente, ma per un ebreo aveva un senso profondo: Saulo regnò per 40 anni e così Salomone; il diluvio durò 40 giorni e gli ebrei stettero nel deserto 40 anni; Mosè rimase nel Sinai 40 giorni; Gesù fu condotto nel tempio dopo 40 giorni, predicò 40 mesi, resuscitò dal sepolcro dopo 40 ore.

Domenica 23 febbraio 2020, Ultima Domenica dopo l'Epifania

Sbagliando s’impara cos’è l’amore (Lc 15,11-32)

La parabola del Figliol Prodigo, meglio sarebbe chiamarla del Padre Misericordioso, è un vangelo nel vangelo: è una miniera infinita per la nostra fede. Dietro queste righe c’è veramente un universo per tutti noi.
Questo brano è la storia di Dio che accoglie ogni figlio smarrito, che lo aspetta a braccia aperte, è la storia di Gesù Cristo che ha dovuto lasciare la sua casa (Dio) per discendere sulla terra e nella sua più grande bassezza (con i porci), per ritornare alla casa del Padre.

Domenica 16 febbraio 2020, Penultima Domenica dopo l'Epifania

Il perdono di Dio è un atto creativo (Gv 8, 1-11)

Le parabole di Gesù non sono racconti offerti per addolcire la vita di chi sbaglia e ce ne accorgiamo nella scena del vangelo di oggi, dove Gesù si trova di fronte ad una donna che ha commesso un grande errore, ma dove dà anche la dimostrazione concreta di quanto Dio padre sia misericordioso.
Se ne vanno tutti, cominciando dagli anziani.

Domenica 9 febbraio 2020, V dopo l'Epifania

E’ importante credere senza vedere (Gv 4,46-54)

La Guarigione del figlio del funzionario reale è raccontato unicamente nel vangelo di Giovanni. E’ questo il secondo “segno­miracolo” compiuto da Gesù ed avviene di nuovo a Cana, dove - dice il testo - aveva cambiato l’acqua in vino. Un funzionario al servizio del re (cioè di Erode Antipa) implora Gesù di scendere con lui a Cafarnao, dove abita, per guarire suo figlio che sta per morire. Gesù non chiede nulla, non dà spiegazioni, non fa neanche un passo verso Cafarnao, semplicemente afferma: “Va’, tuo figlio vive”.

Domenica 2 febbraio 2020, Presentazione del Signore al Tempio

Il ruolo dei genitori di Gesù (Lc 2, 22-40 )

Oggi si celebra la Giornata della vita. La nostra attenzione d'amore si allarga ad abbracciare i genitori di Gesù: Maria, la madre vergine, e Giuseppe, lo sposo di Maria e padre adottivo.
Il vangelo di oggi in cui si racconta l’episodio della ricerca di Gesù dodicenne, che si era trattenuto al Tempio all’insaputa dei genitori, si conclude con la frase “Essi non compresero”.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo