Utenti

 

Domenica 23 giugno 2019 solennità dei Ss. Sangue e Corpo di Cristo - II Domenica dopo Pentecoste

 

Buona estate a tutti!

Carissimi Parrocchiani, l’estate è arrivata, da giorni sono finite le scuole e molti ragazzi stanno sostenendo gli esami scolastici.
E’ iniziato l’oratorio estivo “Bella Storia” e in tutta la parrocchia si sentono le risate divertite e il vociare allegro degli oltre 200 ragazzi. Sono partite le riunioni, gli incontri per cercare di far vivere al meglio questa fantastica avventura che coinvolge ogni anno tantissimi ragazzi, adolescenti, famiglie, volontari. Il cuore pulsante dell’Oratorio estivo è senza ombra di dubbio lo staff educatori-animatori: giovani che decidono di dedicare parte del loro tempo delle vacanze al servizio dei più piccoli, diventando modelli positivi da seguire e da imitare non solo per le settimane estive, ma anche durante tutto l’anno pastorale.

Riflettendo sui giorni passati, ci si rende sempre conto che il tempo è scorso via veloce: sembra ieri aver iniziato il nuovo anno e ora siamo già alla fine. E’ bello ricordare i momenti forti che abbiamo vissuto: l’Avvento e la Quaresima, il Natale e la Pasqua; gli incontri di catechesi con i genitori e di preghiera con le celebrazioni gioiose della Prima Comunione e Prima Confessione dei nostri ragazzi; il mese di maggio con l’offerta dei cuori a Maria.
E a voi, cari ragazzi che riceverete la Cresima, che state per accogliere una tappa importante nel cammino della vostra vita, vi auguro che il seme di bontà di Dio, gettato nei vostri cuori dia molto frutto e lo Spirito Santo vi guidi nelle scelte della vostra vita perché essa sia bella, buona e santa; vi renda forti, coraggiosi e veri testimoni della Parola di Dio e mi auguro possiate continuare la vostra esperienza di Fede impegnandovi qui in parrocchia.
Tutto quello che abbiamo vissuto ci dovrebbe avere aperto di più il cuore al Signore che conduce le nostre storie. Alla chiusura di questo percorso, come Comunità cristiana, presentiamo a Dio tutte le nostre gioie e fatiche; tutti i nostri progetti e tutti i propositi che hanno caratterizzato il nostro cammino. Non posso non dire grazie a voi ragazzi per la vostra simpatica confusione, per i vostri commenti e osservazioni divertenti durante i nostri incontri, specialmente quelli davanti ai nuovi giochi in oratorio, ma soprattutto grazie per le vostre domande che mi hanno dato modo di riflettere.
Un ringraziamento va anche a voi genitori che avete collaborato molto nel cammino di fede dei vostri figli.
Ringrazio di cuore tutti le catechiste che con pazienza e saggezza sono state le guide per i ragazzi nel trasmettere le verità principali della nostra fede, ma non posso dimenticare i tanti volontari che donando del loro tempo ed energia si dedicano con tanto amore per il buon funzionamento della parrocchia. Il grazie viene dal cuore perché queste persone nel silenzio e nel nascondimento rendono bella e accogliente la nostra amata parrocchia di San Lorenzo.
Voglio ricordarvi che nel mese di ottobre verrà costituito il nuovo Consiglio Pastorale Parrocchiale, succederà al precedente che ha da poco concluso il proprio mandato come da normativa e occorrerà procedere alle elezioni dei nuovi Consiglieri. Dell’argomento se ne parlerà anche durante le assemblee eucaristiche domenicali precedenti le consultazioni. Va ribadito che la partecipazione dei laici alla vita e alla missione della Chiesa non nasce dall’insorgere di problemi contingenti quali la scarsità di presbiteri o la difficoltà di comunicazione con il mondo esterno o la rapida trasformazione della cultura; non si tratta di supplire a qualche cosa che manca, la partecipazione non può essere giustificata solo da ragioni sociologiche emergenti. Il Consiglio Pastorale Parrocchiale è una forma ecclesiale di partecipazione alla vita della propria Comunità cristiana, ad essa si riferisce e ad essa ne deve rendere conto. Il CPP è una realtà ecclesiale viva, dinamica, che si colloca all’interno della Comunità, non fuori, né sopra di essa. Ne esprime la fede, l’intima natura comunitaria e gerarchica, tutto lo slancio missionario. Il CPP è un segno e uno strumento che esprime e favorisce la comunione dell’intero popolo di Dio e dei fedeli con il loro pastore. Il CPP per essere rappresentativo della comunità deve venir fuori dalla comunità stessa, come sua espressione. Per mezzo del CPP si manifesta e si realizza la cooperazione e la partecipazione di tutto il popolo di Dio alle iniziative pastorali che riguardano la vita della comunità. Costituire un Consiglio Pastorale Parrocchiale e un Consiglio per gli Affari Economici è un fatto importante, è un buon lavoro.
«Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: “Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca. Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua Parola getterò le reti. Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano». (Lc 5,4-6). Questa è la frase del Vangelo che deve segnare il nostro cammino.
Come ogni anno, nell’augurarvi buone vacanze non posso che ricordarvi che il corpo ha bisogno di riposo, ma lo spirito va alimentato cercando di dare un po’ di tempo anche a Dio, alla preghiera, all’ascolto della Parola. Trovare attimi di silenzio e di relax da dedicare a sé stessi e agli affetti, nella serenità, è estremamente necessario per condurre una vita più umana e cristiana. Il nostro continuo correre (al lavoro, a prendere i figli…) ci fa dimenticare la bellezza di passare momenti anche solo a parlare con persone e amici senza guardare l’orologio, a “perdere tempo” in letture rilassanti e fare qualche bella camminata in montagna, all’aria pura o un bel bagno al mare sotto il sole.
A tutti i numerosi anziani e ammalati della parrocchia, auguro giorni sereni e che Dio Padre vi accompagni con la sua grazia e il suo amore.
Venite in disparte e riposatevi un po’ disse un giorno Gesù ai suoi discepoli: E’ la parola che ripeto oggi, perché abbiamo bisogno di un po’ di vacanza per disporre del nostro tempo e delle nostre scelte; abbiamo bisogno di un po’ di vacanza per riordinare la nostra vita e verificare quali sono i nostri veri interessi.
A tutti gli auguri di un’estate tranquilla

P. Paolo

Scarica qui il COM della settimana

Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo