Utenti

 

Domenica 9 Settembre 2018

Cari parrocchiani di S. Lorenzo, bentornati!

La fine delle vacanze estive si avvicina per tutti, sono già riprese le attività lavorative, sta per riprendere l’attività scolastica e anche quella catechistica della nostra parrocchia… insomma, l’anno sociale riparte a pieno ritmo e anche noi come comunità cristiana ci prepariamo a condividere un nuovo anno pastorale. Per l’estate appena trascorsa personalmente ho tanti motivi di gratitudine, tra i quali l’ Oratorio Estivo, che è stato frequentato da più di 200 bambini e coadiuvato da un nutrito numero di ragazzi e animatori che hanno vissuto con gioia e desiderio di mettersi in gioco in questa esperienza, ai quali sono davvero grato per il servizio prestato, realizzatori di questa nostra importante attività parrocchiale insieme ai tanti volontari.

Ma guardiamo avanti: sono tante le iniziative che apriranno nella nostra parrocchia il nuovo anno pastorale, sia spirituali sia materiali (avrete notato l’installazione dei nuovi giochi nel cortile dell’oratorio a favore dei tanti bimbi della nostra parrocchia).

Già questo fine settimana, come avrete visto dai manifesti sparsi nella nostra cittadina, il nostro Oratorio S. Lorenzo ospiterà l’annuale Festa della Croce Verde di Trezzano; sono infatti diversi anni che, tradizionalmente, la Croce Verde locale organizza un evento, aperto a tutta la cittadinanza e non solo, per promuovere la loro attività, far conoscere la bellezza e l'utilità del volontariato ed anche, ovviamente, per trascorrere liete ore in compagnia. Sarà anche l’occasione per benedire i nuovi mezzi che entreranno a far parte del loro parco mezzi di soccorso.

E poi la Sagra di San Lorenzo, che si svolgerà dal 21 al 30 settembre dal titolo “We are family” (Noi siamo una famiglia): 10 giorni per festeggiare il nostro patrono S. Lorenzo, un evento ricco di attività ludiche ma anche di momenti di preghiera che si concluderanno con la Festa dell’Oratorio.

Due sono le riflessioni che vorrei fare a partire dal titolo della nostra Sagra di S. Lorenzo:

  1.  la nostra comunità è grande, molte persone non si conoscono, ma più ci avviciniamo al Signore più questa comunione anche tra noi diventa vera e il primo segno è la condivisione dell’Eucarestia, della preghiera e di qualche iniziativa insieme. Sono proprio tali occasioni che ci aiutano a diventare comunità e a far sentire che anche la parrocchia “è una famiglia”. E’ stato bello vedere la Chiesa piena, dopo le vacanze estive, lunedì sera quando abbiamo recitato il S. Rosario di intercessione per Carola, una bambina gravemente malata della nostra parrocchia: tutti insieme, adulti, ragazzi e bambini… intere famiglie unite attorno ad una famiglia, non solo una testimonianza di fede e solidarietà cristiana, ma di appartenenza ad un'unica famiglia, quella unita in Gesù Cristo;
  2. nell’ultima Lettera per il nuovo anno pastorale, che alcuni di voi avranno letto, Mons. Delpini ci invita a scoprire quanto “il popolo in cammino trova forza nel pane che viene dal cielo”. Egli scrive: «Noi popolo di pellegrini abbiamo bisogno di trovare nella celebrazione eucaristica quella fonte di gioia e di comunione, di forza e di speranza che possa sostenere la fatica del cammino… Come si spiega che la celebrazione della Messa abbia perso la sua attrattiva? Dove conduce il cammino di iniziazione cristiana che impegna tante buone risorse e coinvolge tanti ragazzi e tante famiglie, se alla sua conclusione non crea la persuasione che “senza la domenica non possiamo vivere”? La domenica si caratterizza per essere la festa cristiana che ha la sua origine e il suo centro nell’incontro della comunità radunata per lo spezzare del pane, per la celebrazione eucaristica.». Sarebbe bello che a partire da queste parole, e dal cammino di catechesi che sta per iniziare per molti bambini/ragazzi, nascesse l’occasione per dare inizio ad un percorso anche con  tutti i genitori, per farci un regalo reciproco riscoprendo non solo la S. Messa - perché è intorno a Gesù che ci sentiamo comunità e quindi famiglia - ma anche gli altri momenti di preghiera offerti durante l’anno, affinché ogni famiglia diventi protagonista e creatrice di comportamenti che arricchiscono la vita della comunità e la fanno crescere e maturare.

A partire da questa Sagra, mi auguro che possiamo tornare a vivere insieme nuovi momenti di comunione e di cammino col Signore.

Padre Paolo

Scarica il COM della settimana

 

Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo